Manifesto basco di solidarietà con il popolo arabo della Siria

MANIFESTO IN DIFESA DELLA SOVRANITÀ DELLA REPUBBLICA ARABA SIRIANA ED IL DIRITTO ALLA AUTODETERMINAZIONEsiria-eh.pngTutti i popoli del mondo hanno il diritto di esercitare l’autodeterminazione

Rifiutiamo con fermezza le interferenze delle potenze straniere in Siria, che violano i più elementari diritti del popolo siriano. Consideriamo ” indispensabile che i diritti dell’uomo siano protetti da norme di legge, in modo che l’ uomo non è costretto a ricorrere alla ribellione contro la tirannia e l’oppressione . ” ( Dichiarazione Universale dei Diritti Umani ).

La Guerra istigata contro uno stato sovrano, come la Siria, è un crimine contro l’umanità che gli aggressori giustificano con un presunto diritto di intervento umanitario. Tuttavia, questa guerra imperialista non ha assolutamente nulla a che fare con gli aiuti umanitari, l’internazionalismo, la solidarietà e la fratellanza tra i popoli.

Dare credito all’ipocrisia dei discorsi degli aggressori in difesa, così fatta, dei valori della democrazia, dei diritti umani, dei diritti delle donne, del diritto internazionale, sulla pace a livello globale, l’ uso illegale di armi chimiche , la difesa dei civili innocenti , ecc, ecc, significa complicità corrente negli omicidi che il popolo siriano sta soffrendo e in quelli futuri .

I governi degli Stati Uniti, Israele, Qatar , Turchia , Arabia Saudita, come quelli in Europa, cercano di nascondere i loro veri obiettivi . Ci rifiutiamo di essere loro ” scimmie sagge ” di non vedere, ascoltare e parlare , ma affermiamo categoricamente che la posta in gioco non è altro che :

-Finanziaria ( mantenere l’egemonia del dollaro sull’euro e prevenire l’acquisto del petrolio in euro)

-Economica (accesso ai grandi monopoli transnazionali estranei e alle risorse naturali)

-I costi della sicurezza e dei trasporti ( assicurare il trasporto di queste risorse per i consumatori verso i centri nevralgici del capitalismo. )

-Militare ( al fine di garantire il libero accesso alle aree di interesse per un’offensiva militare contro lo sviluppo di Cina e Russia )

-Geostrategico ( impedire lo sviluppo di un polo di potere attraverso possibili partnership tra le nazioni della zona.)

Il suo obiettivo strategico è quello di ridisegnare i confini e riorganizzare totalmente un ” Nuovo Medio Oriente”. La tabella di marcia europeo -americano -israeliano si basa sul concetto neocon di “distruzione creativa ” di “caos costruttivo ” e ” guerra permanente contro il terrorismo ” . Questa prevede la sofferenza del popolo come “necessaria sofferenza ” per promuovere la frammentazione ovvero la balcanizzazione, vale a dire utilizzando la guerra settaria tra fratelli e con il ” divide et impera” che ha raccolto tanto successo in altri conflitti .

Questo artificio causa guerre fratricide , terrorismo settario tra membri di diverse religioni ed etnie diverse .

Le attuali condizioni di alienazione, disinformazione , debolezza organizzativa e di impotenza , come europei ci ha lasciato incapaci di svolgere un’ efficace solidarietà internazionale e antimperialista. Perciò noi affermiamo che, entrambe le organizzazioni del popolo siriano che combattono contro le interferenze imperialiste con l’ arabo esercito siriano e il governo di Assad come organizzazioni anti – imperialiste nella regione , in un esercizio di internazionalismo rivoluzionario impeccabile, sono gli unici che attualmente prevengono il male maggiore di un disastro umanitario ai quali sono condannati tutti i popoli e gli individui nella complessa composizione etnico- religiosa del Medio Oriente e della Repubblica araba siriana . Se cade la Siria , la causa araba , palestinese e curdo e le aspirazioni nazionali saranno persi per sempre .

Non siamo disponibili a condividere le analisi della sinistra europea e gli argomenti che giustificano il mero supporto o l’approvazione della alleanza dei dissidenti siriani con gli interessi e gli obiettivi imperialistici. Non si può pretendere equidistanza e di ignorare le conseguenze per tutti i popoli e le persone che rappresentano la conquista, la riprogettazione imperialista del neocolonialismo “Nuovo Medio Oriente ” voluto dal capitalismo occidentale.

Pertanto sollecitiamo gli uomini e le donne progressisti e partiti per :

Rispettare la causa araba in generale e il popolo siriano , in particolare,

Impegnarsi con i principi anti- imperialisti contro i propri governi e poteri nazionali contro il nemico capitale.

Lavoro per la revoca delle sanzioni contro la Repubblica Araba di Siria e in altri paesi del Medio Oriente per ritirare tutti gli aiuti politici, economici, finanziari e militari gruppi logistici salafiti , tafkiristas , wahabiti , mercenari e simili , e che siano ritirate tutte le truppe su presunte missioni umanitarie . Nessuna guerra è umanitaria .

Offrire spazi e risorse politiche per agevolare la diplomazia e negoziazione senza perseguire i propri interessi come un modo per risolvere i conflitti interni in Siria e in altri stati .

Per promuovere la campagna di boicottaggio contro ogni espressione sionista e gli interessi israeliani nel campo sportivo culturale , accademico, artistico, economico.

Viva la solidarietà internazionale !
Viva la Siria !

Euskal Herria, 2013-VII-06

Tradozione/itzulpena: Francesco (Napoli)

Signano:

  • Ibai Martinez de Trebiño
  • Mauritziu Faedda
  • Jon Kortazar Billelabeitia
  • Ion Metauten Pilarte
  • Periko Solabarria
  • Walter Wendelin
  • Rebeka Gomez Reigosa
  • Arturo Villanueva Arteaga
  • Aitor Carrera Blanco
  • Endika Oviedo Baztarrika
  • Beatriz Esteban Rola
  • Nestor Silva
  • Marikarmen Albizu Etxate
  • Nerea Garro
  • Joakin Arregi Goenaga
  • Joseba Agudo Mantzisidor
  • Danel Martin Arruabarrena
  • Unai Kontxa Olabarrieta
  • Erik Gartzia Egaña

SINATU! / Firma! / Signer!

Anuncios

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s